Blog Eye on the street

Altra: when recycling becomes creative

January 19, 2015

Recycling is no longer only a necessity, but has become mostly an art. It is even more fascinating, when the recycled material is wool, which we normally see only usable in its original and noble form, when it’s “new”.

A small label from Bergamo province, Altra, will prove us different.

The clothes are realized using patchwork technique, so that the production scraps are reduced to the minimum, and even the materials’ choice strictly considers sustainability.

Altra has chosen to buy only natural raw materials (cotton, wool, silk, hemp and linen) produced in Italy. The next step will be to use organic fabrics, vegetable dyes and handmade inserts (e.g. crochet, knitwear, and loom).

For further information and a glance at the Altra collection, please visit www.altralab.it.

___ 

Il riciclo ormai non è più solo una necessità, ma anche, e soprattutto un’arte. Ed è ancora più affascinante quando a essere riutilizzata è una materia prima, come la lana, che si pensa essere utilizzabile solo nella sua apparente forma più nobile, quella ‘nuova’.

A convincerci del contrario, e anche con molta facilità, è un piccolo brand della provincia di Bergamo, Altra.

Lo stile patchwork degli abiti realizzati permette di ridurre al minimo gli scarti di lavorazione e anche la scelta dei tessuti e delle materie prime segue un rigoroso percorso volto all’ecosostenibilità. La scelta, oggi, da parte di Altra è quella di acquistare solo tessuti naturali (cotone, lana, seta, canapa, lino) prodotti in Italia. L’obiettivo, per il prossimo futuro, è invece quello di utilizzare tessuti biologici, tinture vegetali e inserti lavorati a mano (es. uncinetto, maglia ai ferri, telaio).

Per maggiori informazioni e per dare un’occhiata alle collezioni il sito di Altra è www.altralab.it.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply